Itinerario storico- artistico:

Il Salento da Oriente a Occidente - Crocevia di culture ed etnie

Itinerario il Salento Bizantino

Descrizione L'itinerario vuole offrire al visitatore una visione approfondita di alcune tra le più importanti realtà storico-artistiche e culturali presenti nella penisola Salentina.

Lo stesso, fra l'altro, punterà ad evidenziare il pluriculturalismo della penisola salentina mettendo in luce, in modo particolare, lo storico ruolo di ponte culturale tra oriente e occidente con particolare riferimento alla tradizione bizantina che ha lasciato tracce indelebili nel territorio e nella cultura della Terra d'Otranto.

Attraverso questo itinerario compiremo un vero e proprio viaggio temporale che coprirà tutto il medioevo salentino visitando alcuni tra i più importanti ed enigmatici monumenti del Sud Italia. Nella tre giorni visiteremo: Itinerario il Salento Bizantino la chiesa di San Pietro ad Otranto

  • CASARANO: Casarano vanta origini antiche, che affondano le radici nella conquista romana del Salento, terra ritenuta strategica per le mire espansionistiche di Roma verso Grecia, Epiro e Macedonia. La chiesetta paleocristiana di Santa Maria della Croce (anche conosciuta come Chiesa di Casaranello), abbellita da affreschi del V secolo d.C. e da preziosi mosaici in tessere di diversi colori rappresenta, per le sue peculiarità, uno dei monumenti più importati del meridione d'Italia
  • OTRANTO: Porta d'oriente per eccellenza (la cittadina più ad EST d'Italia) inchioda l'ospite col suo fascino orientalizzante svelato attraverso il meraviglioso mosaico pavimentale del monaco Pantaleone e la bizantina Basilica di S. Pietro.
  • CARPIGNANO: Il piccolo centro di tradizione italo-greca spicca per l'importanza del suo monumento simbolo: La Cripta di S. Cristina con i più antichi affrechi dattati e firmati che la storia dell'arte conosca. (X-XI secolo).
  • SOLETO: Centro storicamente egemone della cultura greco-salentina di Terra d'Otranto (ancora oggi è parte integrante dell'area storica di minoranza linguistica chiamata Grecìa Salentina), colpisce grazie alla sua millenaria tradizione di Terra di mescolanza tra cultura orientale e occidentale sottolineata dagli affreschi della chiesa di S. Sofia e S. Stefano e della Guglia di Raimondello.
  • GALATINA: Estrosa cittadina del centro Salento che stupisce soprattutto con la eccezionalità delle pitture tardo gotiche della meravigliosa Basilica di S. Caterina d'Alessandria. Nella Cappella di S. Paolo della tarante sarà approfondito il discorso sull'affascinante fenomeno del tarantismo salentino con i suoi miti e misteri.

Avremo particolare cura di scoprire la:

Chiesa di S. Maria della Croce a Casarano: Chiesa del V secolo. Uno dei luoghi di culto più antichi del Salento. Scrigno millenario di arte che si esplica soprattutto attraverso il mosaico paleocristiano presente nell'abside;

Basilica bizantina di S. Pietro a Otranto: L'antica cattedrale di Otranto. Fondata nel IX-X secolo. La pianta a croce greca tipica delle chiese d'oriente ricorda al visitatore l'influenza che questa Terra ha avuto dall'oriente. Bellissimi gli affreschi della navata sinistra del X secolo. La chiesa è stata sede del Metropolita bizantino di Otranto nel X secolo.

Cripta di S. Cristina a Carpignano: Chiesa ruperstre antecedente al X secolo, conserva gli affreschi datati e firmati più antichi della storia dell'arte (Teofilatto, 959 d.C). Chiesa ipogea con tipici caratteri costruttivi perpetrati per secoli dai monaci bizantini giunti nel medioevo in queste Terre influenzandole da un punto di vista culturale e sociale.

Chiesa di S. Sofia e S. Stefano a Soleto: Chiesa Italo-greca dell'XIV-XV secolo che evidenzia la permanenza culturale bizantina in Terra d'Otranto ben oltre il periodo di dominio degli imperatori d'Oriente. E' l'mblema della mescolanza e convivenza culturale di oriente ed occidente nel Salento con affreschi tardo bizantini che convivono con quelli in stile Gotico internazionale.

Basilica di S. Caterina D'Alessandria a Galatina: La basilica del XIV-XV secolo è l'emblema della volontà cattolico-romana di spodestare la cultura italo-greca nel Salento. Grandioso monumento con all'interno uno dei più importanti cicli in stile gotico internazionale d'Italia.

Costo e condizioni: il servizio guida turistica varia in base al numero di persone.

Minimo 15 partecipanti

Durata in media per ogni visita guidata circa 3 ore

Prenotazione obbligatoria

Costi supplementari e ingressi:
- Ingresso alla chiesa di Santo Stefano a Soleto 2 euro a persona
- Ingresso al Museo di Galatina 1 euro a persona

Costo cena o pranzo in un ristorante (da 15 a 25 euro a persona in base al menù scelto)

Le strutture ricettive (Hotel e ristoranti) sono a discrezione dell'organizzatore del viaggio

Contatti: 0833/513351 - 368/3413297 - Itinerario da oriente a Occidente - info@salentoguideturistiche.it

Organizzazione: Japigia Servizi turistici di B. Arcano e Rete Grecìa salentina

(La descrizione qui esposta è puramente indicativa; l'offerta è relativa solo al servizio VISITE GUIDATE).

Video di Casarano - Otranto e Soleto

Foto

Visita guidata a Casarano Casarano, chiesa di Casaranello
Visita guidata a Soleto Soleto: la chiesa bizantina di Santo Stefano
Visita guidata a Galatina Galatina: basilica di santa Caterina d'Alessandria
Visita guidata a Otranto Otranto: basilica di San Pietro
Visita guidata a Carpignano Salentino Carpignano Salentino

Itinerari